L’analisi della sconfitta di Vallo della Lucania, la consapevolezza delle difficoltà dovute ad una partenza in ritardo e tra mille difficoltà unita a quella di poter crescere e far bene per conquistare l’obiettivo salvezza. A fare il punto della situazione in casa Fidelis Andria dopo il k.o. per 2-0 nell’esordio contro la Gelbison è stato in conferenza stampa capitan Gaetano Iannini, l’uomo di maggior esperienza dell’organico biancoazzurro cui il direttore sportivo Moscelli e il tecnico Potenza hanno affidato le chiavi del gruppo.

Consapevole di tale responsabilità Iannini ha raccolto con entusiasmo la sfida all’interno di un gruppo giovane che l’ex centrocampista di Cavese e Cerignola definisce composto da ragazzi in grado di poter crescere in maniera positiva. Positivo non è stato l’esordio in campionato ma per il capitano nonostante il risultato si sono intravisti segnali positivi dal punto di vista della prestazione.

Da questi segnali positivi e dalla crescita fisiolgica che la squadra potrà avere migliorando la condizione, la Fidelis dovrà ripartire per l’importantissima sfida della seconda  di campionato contro il Nardò domenica al “Degli Ulivi”. A tale appuntamento, assicura Iannini, la squadra arriverà con tanta voglia di far bene.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.