Esplosione in una fabbrica di fuochi d’artificio. Drammatico bilancio, un ferito e un morto. A perdere la vita un ragazzo di 19 anni. E’ accaduto questa mattina attorno alle 8.30 ad arnesano in provincia di lecce. Titolari dell’azienda i fratelli Cosma.

La vittima della deflagrazione e’ Gabriele Cosma, figlio di Dario uno dei tre proprietari.

Il ferito invece  un operaio  43enne Giovanni Rizzo che si trovavano all’interno della fabbrica sita in zona mater domini. Pare sia in gravi condizioni e sarebbe stato ricoverato nel reparto grandi ustionati dell’ospedale Perrino di Brindisi.

La violenta esplosione avrebbe provocato anche il cedimento di una parte della tettoia della struttura.

Sul posto carabinieri e vigili del fuoco, oltre che il magistrato di turno Elsa Valeria Mignone impegnata in diverse opere di verifica  assieme al nulcleo investigativo dei carabinieri e agli artificieri .

L’area esterna della fabbrica e’ stata  posta sotto sequestro. Al vaglio la causa che ha generato l’eplosione.

Secondo prime ricostruzioni potrebbe essere stata una fiammata improvvisa generata dal macchinario per l’asciugatura dei colori.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.