“Questa amministrazione è giunta al capolinea. Non ha futuro. Il Sindaco Nicola Giorgino dovrebbe prendere atto di non avere più una maggioranza e dovrebbe quindi decidere di dimettersi, per il bene della città”. È il monito che giunge dagli esponenti dei gruppi consiliari di centrosinistra di Andria, che nel corso di una conferenza stampa indetta presso Palazzo di Città, hanno commentato quanto accaduto durante la massima assise di venerdì 9 novembre. A causa dell’assenza del numero legale (non si sono presentati anche alcuni esponenti della maggioranza), c’è stato infatti lo scioglimento anticipato del consiglio comunale, con la conseguente mancata approvazione dei regolamenti sul carico e scarico merci e sui dehors.

A ripercorrere quanto avvenuto nel corso della massima assise di venerdì 9 novembre, con riferimento soprattutto all’aumento delle tariffe della Tari, è stata la consigliera Daniela Di Bari.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.