Basta con l’indifferenza. Per contrastare il bullismo e il cyberbullismo, i ragazzi non devono essere lasciati soli.

E in tal senso un sostegno arriva anche da una legge regionale, la n. 50/2018, approvata il 3 ottobre scorso.

È questo il messaggio emerso nel corso di un incontro incentrato sulla delicata tematica e organizzato dal M5S ad Andria.

Letture a cura dell’attore Antonio Memeo, spunti di riflessione nati dal libro “Figli virtuali” dello scrittore Michele Zizza.

E poi un focus proprio sulla legge regionale in materia di contrasto al bullismo e al cyberbullismo, la cui prima firmataria è stata Grazia Di Bari, capogruppo del M5S in Puglia.

Ed è stata proprio la consigliera regionale ad entrare nel merito e a descrivere i punti salienti della legge.

Il fenomeno del bullismo ha assunto connotati maggiormente pericolosi con l’avvento di internet.

E in tal senso il libro “Figli virtuali” dello scrittore Michele Zizza, rappresenta una guida per le famiglie, per comprendere quali insidie si nascondano nel mondo digitale.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.