La penalizzazione è stata ridotta, ma la delusione in parte resta. A Foggia le previsioni in vista delle decisioni della Corte d’appello federale, erano ben altre rispetto ai due punti che ieri sera sono stati limati rispetto agli otto con i quali i rossoneri hanno cominciato il campionato di serie B.

C’era ottimismo, dopo il rinvio alla Corte d’appello federale per rivedere la precedente sentenza (come chiesto dal Collegio di garanzia del Coni), che la società potesse ricevere una riduzione tra i tre e i quattro punti. E anche la prospettiva del campionato sarebbe cambiata. La riduzione, come detto, è arrivata di soli due punti, utili comunque per raggiungere quota 18 in classifica ed uscire per la prima volta dall’inizio del campionato, dalla zona play out. Per il Foggia, di fatto, comincia la seconda fase della stagione e, a questo punto, l’obiettivo principale resta la salvezza. Non che i play off non possano essere raggiunti, ma bisognerà cambiare passo sul campo. I segnali positivi, anche in questo caso, non mancano: la vittoria di sabato scorso sul campo del Carpi attende di essere confermata venerdì sera nell’anticipo contro il Crotone dell’ex tecnico Giovanni Stroppa. Per l’occasione tra i rossoneri potrebbe esordire dal primo minuto il centrocampista Leandro Greco, mentre in porta toccherà ancora all’olandese Noppert.

Con la sentenza definitiva della Corte d’appello federale potrebbero cambiare anche le strategie sul mercato invernale dei rossoneri: per la salvezza la squadra a disposizione di Padalino basta e avanza.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.