La spinta dopo la vittoria nel derby con il Foggia è quella giusta, ora il Lecce è chiamato a rialzarsi in trasferta perchè la rincorsa alla serie A non ammette più passi falsi. Sarà una domenica importante quella che vedrà i salentini in campo allo “Scida” di Crotone per la sfida del turno numero 29 del campionato di serie B.

A soli 2 punti dal secondo posto che vorrebbe dire serie A diretta gli uomini di Liverani dovranno sfoderare in Calabria una prova ben diversa da quella che nelle ultime due uscite lontano dal “Via del Mare” ha portato ai k.o. di Palermo e soprattutto Cittadella. Per i giallorossi però non sarà assolutamente facile cogliere un risultato positivo contro una squadra che dopo esser partita con velleità di promozione si ritorva pienamente invischiata in zona play-out. Gli ultimi tre risultati postivi (2 vittorie ed un pari) hanno dato ossigeno ai rossoblù calabresi ma la classifica è ancora deficitaria. La squadra di Stroppa trascinata da Simy, dall’ex Pettinari e da una difesa granitica ed imbattuta da quattro gare sta lentamente risalendo la china e la sfida contro il Lecce rappresenterà un passaggio fondamentale su questa strada. Per il Lecce come sottolineato in conferenza stampa dal difensore Fabio Lucioni la gara dello “Scida” sarà altrettanto delicata ma verrà giocata senza assilli. Per l’ex Benevento, sarà importante portare a casa i tre punti, ma bisogna anche ricordare che pur giocando alla pari con tutti il Lecce non è costretto a vincere questo campionato.

In ottica formazione, Liverani sembrerebbe orientato a schierare lo stesso undici vittorioso nel derby con Vigorito tra i pali; Venuti, Lucioni, Meccariello e Calderoni in difesa; Petriccione, il recuperato Tachtsidis e Majer nel mezzo; Mancosu a sostegno di Falco e La Mantia con Palombi ancora acciaccato e non disponibile come Scavone e Bovo.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.