Il Lecce non più capolista e con l’amaro in bocca per il k.o. di Cremona, il Foggia rinfrancato dopo il successo con lo Spezia. Pur vivendo stati d’animo opposti le due pugliesi condividono la consapevolezza che a 6 giornate dal termine il margine di errore per il raggiungimento dei rispettivi obiettivi è da ridurre decisamente al minimo.

La sconfitta di Cremona ha lasciato inevitabilmente scorie negative nel Lecce. Nonostante questo Fabio Lucioni, uno degli elementi più esperti della rosa a disposizione del tecnico Liverani predica calma ed equilibrio: “Ora- riporta il sito ufficiale del club – ci vuole equilibrio nell’analizzare il momento, nel vedere la classifica e nell’affrontare la prossima partita. Dobbiamo mettere alle spalle la sconfitta di Cremona, che ci ha visto soccombere nel risultato, ma è stata una gara nella quale abbiamo palleggiato bene e creato occasioni da rete”. Dalla buon prestazione offerta anche in 10 uomini, in una gara condizionata dall’espulsione di Vigorito, i salentini dovranno ripartire già dalla gara del “Via del Mare” contro il Carpi, un appuntamento da non fallire per ripartire sulla strada verso la serie A.

Da non fallire sarà anche l’appuntamento del Foggia sul campo del Venezia in quello che sarà un vero e proprio spareggio salvezza. Le due squadre sono appaiate a 30 punti in classifica e per i rossoneri rinfrancati dal successo contro lo Spezia, portar via un risultato positivo  potrebbe rappresentare lo slancio decisivo sulla strada verso la salvezza. Il ritrovato Iemmello, l’unità del gruppo e la spinta dei tifosi che sicuramente accompagneranno i satanelli in Veneto saranno le armi in più per trovare la svolta tanto attesa e centrare l’obiettivo.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.