L’intervento tempestivo è vitale e fondamentale per scongiurare la cosiddetta “morte improvvisa”. È con la donazione di tre defibrillatori (altri tre erano stati consegnati già lo scorso anno) che è stata celebrata, presso la scuola media “Cafaro”, la cerimonia conclusiva del progetto, promosso in sinergia da Lions Club e Rotary Club, con l’obiettivo di far divenire Andria una città sempre più cardioprotetta.

In particolar modo, i tre defibrillatori sono stati donati alla sala ricevimenti Villa Carafa e agli istituti comprensivi “Verdi-Cafaro” e “Jannuzzi-Di Donna”. Mentre altri tre dispositivi salvavita erano stati consegnati già lo scorso anno al Liceo Scientifico Nuzzi e alle parrocchie “Sacro Cuore” e  “SS. Trinità”.

L’evento, che ha preso il via con l’esibizione dell’orchestra dei giovani alunni della 3c, ha visto anche la consegna degli attestati agli operatori che hanno frequentato i corsi di formazione abilitanti all’uso dei defibrillatori.

E a soffermarsi sull’importanza del corretto utilizzo dei defibrillatori, in caso di emergenze, è stato il presidente del Rotary Club Andria Castelli Svevi, Michele Cannone, direttore dell’unità operativa di cardiologia dell’ospedale Bonomo.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.