Una competizione dall’elevato tasso tecnico e adrenalinico che ha divertito appassionati, addetti ai lavori e soprattutto i quasi 140 atleti specialisti del fuoristrada al via, distribuiti nelle varie categorie. Non ha affatto deluso le aspettative la 16esima edizione della “Neanderthal Cup”, gara di cross country impeccabilmente allestita dalla Polisportiva Gaetano Cavallaro nello splendido scenario naturalistico della lama di Santa Croce, nel cuore dell’agro biscegliese. Valevole anche quale prova del Challenge Puglia XCO, la kermesse biscegliese ha testato abilità e condizione fisica di diversi interpreti di spicco del panorama centro-meridionale, con la presenza di bikers giunti da Basilicata, Campania, Calabria, Sicilia, Abruzzo e da ogni angolo della Puglia.

Oltre agli unanimi riscontri positivi sul piano organizzativo, la Polisportiva Cavallaro ha conseguito risultati agonistici di rilievo incamerando due affermazioni individuali con l’Allieva Rebecca Angiulo e l’Esordiente Rebecca Lobascio, oltre al terzo posto di Giuseppe Cassano nella prova maschile Esordienti.

Il bilancio della manifestazione e più in generale dell’intensa attività della Polisportiva Cavallaro è invece tracciato dal direttore sportivo Sabino Piccolo.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.