Un evento che di anno in anno amplifica la sua portata  inserendosi di diritto tra gli appuntamenti di un calendario internazionale sempre più di richiamo

trani si prepara a trasformarsi in ombelico del tango in occasione della settima edizione del prestigioso festival che si svolgerà dall’11 al 14 luglio

una manifestazione che per la sua caratura è stata presentata presso l’ufficio culturale dell’Ambasciata argentina a Roma,durante un incontro moderato dalla giornalista annamaria nataliccio a cui non poteva mancare il sindaco amedeo bottaro

La cittadina del nord barese, fu culla fervida e prolifica di uno dei maggiori compositori contemporanei, Astor Piazzolla, che ha rivoluzionato e innovato la musica da tango.

numeri importanti quelli che ruotano attorno alla settima edizione del festrival che vede affrontarsi ben 8 coppie di ballerini professionisti

ad impreziosire l’evento la presenza di diverse star cominciando da miguel angel zotto riconosciuto da pubblico e critica come il miglior ballerino al mondo di tango nonché direttore artistico dell’evento e daiana guspero, con loro anche pablo moyano.

appasionati e semplici curiosi da ogni parte d’italia pronti a ragggiungere la città perla dell’adriatico

orgogliosa l’assessore alla cultura claudia vernice

sulle orme del  tango e nel segno di astor piazzolla dunque ecco ergersi un gigantesco ponte che unisce indissolubilmente la città di trani alla splendida terra argentina

A sugellare il crescendo del successo del Festival quest’anno, oltre al patrocinio dell’Ambasciata argentina in Italia, si è sommato un importante riconoscimento

della Fundacion Astor Piazzolla, attribuito direttamente da Laura Escalada Piazzolla, vedova del compianto musicista, nonché presidente della stessa fondazione, che lo ha accreditato come uno dei migliori festival di tango al mondo.

Non resta dunque che cominciare il conto alla rovescia, ed è subito tango

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.