furbi del cartellino

Da parcheggiatore abusivo a marcatore di cartellini. Dirigenti medici, infermieri, operatori tecnici e autisti. Sono tredici gli arrestati, 46 gli indagati, che hanno fatto sprofondare ancora una volta – dopo la vicenda di Molfetta – la sanità pugliese. Questa volta è toccato al personale in servizio all’ospedale “San Giacomo” di Monopoli, responsabili di numerosi fatti di truffa aggravata ai danni dell’Asl di Bari.

L’indagine svolta dai Carabinieri di Monopoli è stata avviata tramite numerose segnalazione di assenza del personale nella struttura. Questo soprattutto da ottobre a dicembre 2018 e a gennaio 2019. Sono seguiti monitoraggi costanti, grazie alle videocamere di sorveglianza dell’ospedale – specie in prossimità dell’apparecchiatura per marcare e smarcare il cartellino – e a servizi di pedinamento.

Tra le prove anche false dichiarazioni

Tra le prove anche false dichiarazioni, rese agli uffici amministrativi, di mancata registrazione in entrata o uscita per impedire il controllo sull’attività lavorativa effettivamente svolta.

È stato accertato che arrestati e indagati uscivano per acquisti, per andare al bar o al mare addirittura verso residenze estive. In quattro mesi sono state sottratte 660 ore di servizio in totale, per un danno economico alla Asl di Bari quantificato in 25 mila euro. A causa del coinvolgimento di diversi medici alcune sedute operatorie previste per oggi sono state rinviate.

“Le Asl stanno collaborando da tempo con Magistratura e Forze dell’Ordine per stanare i casi di assenteismo diffuso – ha dichiarato il governatore, Michele Emiliano -. Come Regione Puglia abbiamo dato vita ad un nucleo ispettivo che segnala automaticamente alla Procura e alla  Corte dei Conti tutti i casi denunciati alle strutture. Ci saranno dei procedimenti disciplinari e relativi licenziamenti nel rispetto della legge, perché chi si comporta male danneggia anche i tantissimi lavoratori diligenti e onesti”. E poi ancora un invito: “Denunciate, non sentendo di compiere un gesto di slealtà, ma per evitare che pochi dipendenti macchino l’immagine della sanità pugliese”.

Teleregione

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.