Mittal sicurezza

Nella giornata di lutto cittadino a Taranto e Fragagnano per i funerali dell’operaio Cosimo Massaro (deceduto sul luogo di lavoro), hanno preso il via, nel siderurgico ex Ilva, gli incontri periodici pensati per esaminare, di volta in volta, i piani di manutenzione delle aree dello stabilimento tarantino.

Mentre a partire dal 24 luglio, ogni mercoledì, ci sarà una riunione in merito alle esperienze maturate a seguito di infortuni o eventuali mancati incidenti. Sono gli impegni sottoscritti e condivisi da Arcelor Mittal e i sindacati Fim, Fiom, Uilm e Ugl. Contenuti in un verbale d’accordo siglato nello stabilimento tarantino, che prevede così l’istituzione di una vera e propria task force sicurezza.

Il primo incontro interessa l’area sbarco materie e parchi minerali. Fissato nella stessa giornata delle celebrazioni dei funerali di Cosimo Massaro. L’operaio di ArcelorMittal precipitato in mare il 10 luglio (a causa delle avverse condizioni atmosferiche) mentre era a bordo di una gru e il cui corpo è stato recuperato sabato scorso ormai privo di vita.

Un incidente che non deve più ripetersi. Per questo azienda e sindacati hanno siglato l’intesa.

“Abbiamo colto l’occasione per istituzionalizzare un processo grazie al quale i sindacati possano essere regolarmente aggiornati sugli sviluppi relativi agli investimenti previsti dal piano ambientale e industriale- ha fatto sapere Arcelor Mittal in una nota-Siamo tutti concordi sul fatto che l’effettiva manutenzione dell’impianto e la sicurezza dei dipendenti siano fondamentali”.

E ad esprimere soddisfazione per l’accordo raggiunto è stato anche il segretario generale della Uilm, Rocco Palombella:

“Ci auguriamo che si rispettino gli impegni presi e si continui in questa direzione andando a migliorare e salvaguardare la sicurezza dei lavoratori dello stabilimento di Taranto perché non ci siano più incidenti mortali come quello del giovane operaio Cosimo Massaro”.

Teleregione

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.