Dopo aver cinturato San Severo, oggi è toccato a Cerignola dopo che, solo sabato scorso, era stato tentato il colpo – con una bomba – al postamat di piazza Duomo. Più di cento militari del Comando Provinciale di Foggia, con l’ausilio dei “Cacciatori di Puglia” e a Reparti specializzati hanno setacciato nascondigli e rifugi utilizzati dalla criminalità organizzata come nascondigli per armi e droga.

Sono oltre trecento le persone controllate, due le persone arrestate: un nordafricano per resistenza a pubblico ufficiale e un italiano per evasione dai domiciliari; circa duecento i mezzi controllati: quattordici sono stati perquisiti, uno di questi è stato sequestrato, mentre per tredici veicoli sono fioccate multe per violazione al codice della strada.

Durante le 40 perquisizioni domiciliari sono state sequestrate 500 grammi di droga per gran parte cocaina, 45 euro in banconote di piccolo taglio, proventi dello spaccio e 6 bilancini. Ma non sono mancate nemmeno le armi: i Carabinieri hanno trovato tre pistole, una a tamburo e due semiautomatiche – calibro 9×21 e 45 – comprese di oltre cento munizioni.

L’attività dei militari continuerà, ad oltranza, per tutta la giornata.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.