apricena

“Carte alla mano dimostro la mia totale innocenza”.

Il Sindaco di Apricena, Antonio Potenza, scarcerato nei giorni scorsi per l’assenza di gravi indizi di colpevolezza e delle esigenze cautelari, ha respinto e ha risposto punto per punto alle accuse che gli erano state indirizzate dalla Procura di Foggia (ossia quelle di peculato, concussione e abuso d’ufficio).

Dopo la decisione dei giudici del Tribunale del riesame di Bari che hanno annullato l’ordinanza di custodia cautelare del primo cittadino di Apricena nell’ambito dell’inchiesta denominata “Madrepietra”, il Sindaco Potenza (rimasto ai domiciliari per 23 giorni) ha voluto spiegare le sue ragioni nel corso di una conferenza stampa organizzata a Foggia presso l’hotel Cicolella. Anche alla luce del “verdetto” ribaltato.

 

Il sindaco di Apricena, Antonio Potenza, si è dimostrato tranquillo sin dal primo momento dello scoppio della vicenda giudiziaria.

 

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.