Connetti con il social

ANDRIA

Ucciso per mancata precedenza, fermato 50enne

Il giorno dopo l’omicidio, su via Puccini, ad Andria, il traffico scorre regolarmente. Eppure solo qualche ora prima davanti alla rotatoria su via Corato, il 28enne Giovanni Di Vito, è stato ucciso proprio a causa di una mancata precedenza.

Un acceso diverbio sfociato in aggressione brutale. Il giovane è stato accoltellato al torace, alla presenza della moglie e del figlio di 5 anni che erano a bordo dell’auto della vittima. Inutili i soccorsi: condotto all’ospedale Bonomo, il 28enne è deceduto poco dopo. Già identificato e sottoposto a fermo di indiziato il 50enne (che ha precedenti penali), ritenuto l’autore del ferimento mortale. Alcuni testimoni presenti sul luogo dell’omicidio avevano raccontato di aver visto l’uomo fuggire, subito dopo  l’aggressione, a bordo di una mercedes. Immediato l’avvio delle ricerche anche attraverso il ricorso alle immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona. Il presunto aggressore è stato così intercettato e bloccato dagli uomini del commissariato di Andria e dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Bari, mentre viaggiava a bordo della sua autovettura. L’uomo è ora nel carcere di Trani in attesa dell’interrogatorio di convalida del fermo.

Sulla vicenda, che ha sconvolto una intera comunità, è intervenuto anche il commissario prefettizio, Gaetano Tufariello che ha dichiarato come l’episodio sia di una gravità inaudita. Esprimendo vicinanza e cordoglio alla famiglia della vittima, Tufariello ha poi allo stesso tempo voluto sottolineare come Andria non debba essere descritta come una città violenta

PUGLIA – Canale 14
BASILICATA – Canale 13

Segui il tg in diretta da casa alle ore
14.30 – 19.30 – 22.30

Altre Notizie - ANDRIA