Violenze e aggressioni efferate in cambio di pochi spiccioli. I Carabinieri della Compagnia di Lucera hanno smascherato e arrestato i ventenni Luigi Bevilacqua e Antonio Bevilacqua e Michele Giordano di 26 anni (tutti con precedenti di polizia). Tutti ritenuti responsabili dei reati di lesioni aggravate e tentativo di rapina in concorso.

Nello specifico ai tre finiti manette contestati due episodi di violenza. Il 18 ottobre scorso, nella centrale e affollata via Quaranta, hanno aggredito e accoltellato un ghanese. Cercavano (senza riuscirci) di rubargli il telefono e portafoglio.

Colpito con un coltello a serramanico all’addome e ad un braccio, la vittima era stata trasportata d’urgenza agli Ospedali Riuniti di Foggia. Lì gli erano state riscontrate lesioni varie giudicate guaribili in 25 giorni.

Antonio e Luigi Bevilacqua e Michele Giordano, inoltre, nella serata del 30 ottobre, si sono avvicinati, in Piazza Tribunali ad un 46enne del posto con la scusa di chiedergli dei soldi per l’acquisto di una birra e al suo rifiuto lo hanno aggredito selvaggiamente. Lo hanno colpito con calci e pugni al capo e all’addome per poi fuggire, abbandonandolo a terra privo di sensi.

In entrambi gli episodi, nessuno ha avvertito le Forze dell’Ordine.

I militari oggi sono riusciti ad identificare i tre aggressori.

Il servizio di TrNews.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.