Una sproporzione tra redditi dichiarati – a volte del tutto assenti – e patrimonio acquisito. Beni che, secondo le indagini della Procura, potrebbero essere stati comprati con il rimpiego del denaro frutto di attività illecite. Sono state queste le motivazioni che hanno indotto la Guardia di Finanza di Andria – grazie a degli accertamenti bancari – a sequestrare preventivamente i beni di un pregiudicato 49enne andriese, pari a circa un milione di euro.

Il servizio di TrNews.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.