Dagli investimenti nelle risorse umane a quelli garantiti per le innovazioni tecnologiche, passando per i progetti di cooperazione internazionale. Il sistema di Protezione Civile Puglia può divenire un modello da esportare anche oltre i confini nazionali. Anche se occorre migliorare i sistemi di monitoraggio dei rischi e lavorare ancora sulla prevenzione.

Sono state queste le considerazioni emerse nel corso del secondo convegno regionale “smart strategy”, svoltosi a Barletta nel castello svevo. A prender parte all’incontro il capo dipartimento nazionale della Protezione Civile, Angelo Borrelli.

Un momento utile a tracciare l’importanza e la centralità rivestita dal sistema pugliese.

Il servizio di TrNews.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.