società foggiana

Un altro duro colpo alla “Società foggiana” è arrivato questa mattina grazie ad un’operazione condotta da Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza su disposizione della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari e dalla Procura di Foggia.

Tre sono i foggiani sottoposti a fermo, mentre un rumeno è ricercato all’estero per due tentativi di estorsione ad imprenditori. I foggiani fermati sono ritenuti vicini al clan Moretti – Pellegrino – Lanza, appartenenti alla “Società foggiana”, la mafia che opera nel comune e nel capoluogo e i reati contestati non riguarderebbero gli attentati degli ultimi venti giorni in Capitanata.

Questa mattina sono state eseguite anche una serie di perquisizioni: in una di queste, nel rione Candelaro, sono stati sequestrati undici ordigni, una dozzina di munizioni da guerra e nell’abitazione di un pregiudicato sono stati trovati 19 mila euro in contanti, oltre ad un’agenda su cui sono in corso verifiche per capire se i nomi e le cifre segnate siano legati a debiti di droga o a richieste estorsive.

Sono stati sequestrati anche due fucili e cinque mila litri di carburante in un autoparco di Orta Nova e una telecamera nascosta in una cassetta della posta all’ingresso della periferia della città per monitorare l’ingresso delle forze di polizia.

Di ADMIN Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.