Lopalco: “Aspettiamoci aumento dei decessi” - TELEREGIONE
Connetti con il social

FOGGIA

Lopalco: “Aspettiamoci aumento dei decessi”

“I dati dei contagi negli ultimi bollettini sono trainati dall’emersione dei casi nelle Rsa”.

“I dati dei contagi negli ultimi bollettini sono trainati dall’emersione dei casi nelle Rsa”. Ad evidenziare il dato il prof. Pierluigi Lopalco, a capo della task force scientifica della Regione Puglia sull’emergenza coronavirus. “Purtroppo – continua l’esperto – dovremmo aspettarci anche un aumento del numero dei decessi legato a questo scenario emergenziale”.

L’allarme è soprattutto per la provincia di Foggia, prima ad essere colpita dall’emergenza e che, in rapporto alla popolazione, ha un numero di contagi e di decessi alto. A conferma arriva la preoccupazione del sindaco di Torremaggiore, nel foggiano appunto, che parla di “numeri rilevanti” specie per i 26 casi di contagio registrati nella casa di riposo per anziani “Sacro Cuore”: venti i casi tra i pazienti, 6 tra gli operatori sanitari, ora in isolamento. Altri sette del personale sono in attesa del risultato del tampone, tre sono risultati negativi.

Si prendono misure drastiche, invece, ad Acquaviva delle Fonti dove il sindaco, Davide Carlucci, con una ordinanza ha disposto – da oggi, fino al lunedì di pasquetta – l’accesso presso tutti gli esercizi commerciali (tranne per farmacie e parafarmacie) seguendo l’ordine alfabetico del cognome del capofamiglia. Esenti dalla turnazione alfabetica solo coloro che godono dei benefici della Legge 104. “In città c’è un aumento dei casi – ha spiegato il primo cittadino, contattato telefonicamente – e vorrei evitare che, specie nel periodo di Pasqua, ci sia eccessivo via vai ai supermercati”.

L’ordinanza sarà prorogata “solo se ci sarà un peggioramento nei contagi”, conclude Carlucci. Ordinanza dura anche per Noicattaro, dove il sindaco, Raimondo Innamorato, ha obbligato i cittadini “ad indossare mascherine o altri sistemi di protezione della bocca e del naso”. L’ordinanza è in vigore da oggi fino al 13 aprile.

L’obbligo riguarda tutti i cittadini nel momento in cui accedono agli esercizi commerciali, uffici pubblici, postali, banche, e in ogni altro luogo chiuso o anche negli spazi esterni antistanti, in modo da limitare la contaminazione dell’ambiente.

 

PUGLIA – Canale 14
BASILICATA – Canale 13

Segui il tg in diretta da casa alle ore
14.30 – 19.30 – 22.30

Altre Notizie - FOGGIA