fuochi

Fuochi d’artificio in piazza a Bitonto, balli, cori, e magliette dedicate alla promozione in Serie C.

E’ così che in barba ad ogni divieto di assembramento i tifosi neroverdi hanno festeggiato i loro beniamini del Bitonto Calcio che, dopo la proposta del consiglio direttivo della Lega Nazionale Dilettanti di cristallizzare le classifiche al momento dell’interruzione del campionato, potrebbero vedere la promozione nel calcio professionistico.

La festa, avvenuta nelle tre piazze centrali della città, ha reso necessario l’intervento delle Forze dell’Ordine. Gli agenti del commissariato di Pubblica Sicurezza e della Polizia Locale, hanno dovuto ristabilire l’ordine e la sicurezza pubblica. Ora sono in corso accertamenti da parte degli uffici della UIGOS della Polizia di Stato per accertare eventuali responsabilità.

“Siamo felicissimi per la promozione del Bitonto – ha detto il sindaco, Michele Abbaticchio contattato telefonicamente -, ma sono dispiaciuto per quello che è avvenuto”.

“Capisco che qualche tifoso l’avrà vissuta anche male – continua – ma le forze dell’ordine hanno fatto il loro dovere: sono stati esplosi fuochi d’artificio in pieno centro, ci si abbracciava, si ballava e sono molto amareggiato, qualcuno non ha compreso che siamo ancora in emergenza sanitaria. Non possiamo correre rischi. Mi dispiace per tutto quello che ne consegue”.

 

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.