entusiasmo

Momenti di entusiasmo e al contempo di forte emozione si sono intrecciati in occasione dell’arrivo a Bisceglie della tappa di “Obiettivo Tricolore”, la staffetta paralimpica non competitiva ideata e realizzata dal Alex Zanardi, vittima la scorsa settimana di un gravissimo incidente con la sua handbike ed ora in lotta tra la vita e la morte nel reparto di terapia intensiva del policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena.

 

Proveniente da San Giovanni Rotondo, la carovana di Obiettivo Tricolore capeggiata dall’atleta campana Lucia Nobis è giunta nella città dei Tre Santi dopo una breve sosta presso il celebre Dolmen della Chianca, quindi il momento più significativo si è svolto nella suggestiva cornice della Porta di Mare, a ridosso della darsena del porto turistico, dove è avvenuta la fatidica consegna del passaggio del testimone con il quarantenne handbiker biscegliese Mauro Preziosa.

Ad accogliere la staffetta di Obiettivo Tricolore anche diversi esponenti dell’Amministrazione Comunale con a capo il primo cittadino Angelantonio Angarano, che ha ricevuto dagli organizzatori la maglia celebrativa dell’evento. Nelle mani di Barbara Manni, cognata di Alex Zanardi, è stata invece consegnata un’illustrazione dello sfortunato pluricampione paralimpico realizzata dal maestro Domenico Velletri. 

Ecco come il sindaco biscegliese Angarano ha rimarcato l’impegno, la passione e la tenacia del concittadino Preziosa.

 

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.