tempo

La corsa contro il tempo continua. Mancano poco meno di due mesi alla ripartenza dell’anno scolastico in presenza fissata per il 24 settembre e la questione relativa alla chiusura per problemi di staticità dell’ITIS Fermi-Nervi-Cassandro di Barletta è ancora tutta da risolvere.

L’ultima novità dopo i sopralluoghi della Protezione Civile regionale e del presidente della Regione Michele Emiliano arriva dalle parole del sindaco di Barletta Cosimo Cannito il quale annuncia di aver richiesto al Ministero dell’Istruzione lo stato di emergenza.

Lo stato di emergenza darebbe dunque la possibilità, in seguito anche ai già programmati ulteriori approfondimenti sulla staticità, di scongiurare la demolizione dei tre edifici di via Madonna della Croce. Rivalutazione strutturale degli immobili del Polivalente entro agosto, rifacimento e messa in sicurezza di tutte le strutture portanti entro settembre e nuovo collaudo dei plessi per l’inizio del nuovo anno scolastico.

Questo potrebbe essere il percorso da seguire per dirimere una questione delicata ed evitare la dispersione degli oltre 1200 studenti in attesa di conoscere dove poter riprendere il proprio percorso scolastico.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.