Forza Italia attacca, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco, Francesco di Feo, per adesso preferisce il silenzio. Nessun botta e risposta in quella che potrebbe apparire come una fibrillazione nella maggioranza di centro destra a Trinitapoli, anche se non ha mancato di suscitare un po’ di scalpore (e l’inevitabile irritazione, anche se non manifestata pubblicamente da parte del sindaco), la presa di posizione del circolo cittadino di Forza Italia sulla possibile revoca della vendita del mercato di via Pisa. Atto non condiviso, si legge nella nota apparsa sulla pagina facebook del partito, con tanto di escursus cronologico di quel provvedimento. Il mercato di via Pisa era finito nel piano delle alienazioni già nel 2013 quando l’amministrazione Di Feo dovette fare i conti, in tutti i sensi, con il piano di rientro e l’allora assessore al bilancio Nicoletta Ortix decise di mettere in vendita quel mercato.

La Ortix, di fatto, sarebbe tra i firmatari della nota di Forza Italia, insieme al coordinatore cittadino, Andrea Minervino, che è il vice sindaco nell’amministrazione Di Feo, con la quale si dichiara la contrarietà alla revoca dell’atto di vendita. C’è chi garantisce che non ci sarà nessuna revoca dell’atto di vendita del mercato di via Pisa. Il rischio è che questa fibrillazione nel centro destra, però, qualche strascico lo avrà sugli equilibri della maggioranza

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.