In palio ci sono le semifinali di una competizione che in caso di vittoria nella fase nazionale regala l’accesso alla serie D. La posta offerta dai quarti di finale della fase regionale della Coppa Italia di Eccellenza è di quelle importanti e renderà avvincenti le gare di ritorno in calendario giovedì pomeriggio.

I 90′ minuti dell’andata hanno lasciato in sospeso la qualificazione di tutte le gare, tranne una. Salvo clamorosi ribaltoni con il 3-0 dell’andata il Corato ha ipotecato il passaggio del turno ma l’Unione Calcio Bisceglie al “Di Liddo” proverà senza dubbio ad onorare un match che sarà caratterizzato dall’esordio sulla panchina neroverde di Gino Zinfollino subentrato a Vito Castelletti esonerato dopo il rovinoso k.o. di Terlizzi nella scorsa domenica di campionato.

Decisamente più in bilico è la qualificazione tra Barletta e Atletico Vieste. Al “Manzi-Chiapulin” i biancorossi ripartiranno dall’1-0 conquistato sul campo dei garganici grazie al colpo di Scialpi ma dovranno fare i conti con il tentativo di rimonta dei ragazzi di Bonetti vogliosi di riscatto dopo l’inaspettato k.o. di domenica a Mesagne contro quello che curiosamente sarà l’avverario del Barletta nel turno numero 7 di campionato.

In bilico con stesso risultato di partenza, lo 0-1 per la squadra in trasferta, è la qualificazione tra Brindisi e Fortis Altamura. I murgiani sul rettangolo verde del “D’Angelo” andranno a caccia di una qualificazione forse inaspettata contro un Brindisi cui il cambio di panchina non ha portato fin qui giovamento visto l’esordio con  k.o. di Olivieri nella sfida contro il Molfetta calcio.

In campo, ma per la gara di andata dei quarti di finale scenderanno anche Casarano ed Alto Salento Avetrana che disputeranno i primi 90′ della doppia sfida in casa rossoblù dopo il rinvio di due settimane fa dovuto alla trasemina del “Capozza”.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.