Tap, il perito del gip resta il prof. Bezzo - TELEREGIONE
Connetti con il social

MELENDUGNO

Tap, il perito del gip resta il prof. Bezzo

Nessuna revoca per il Fabrizio Bezzo, il docente dell’Università di Padova, nominato dal giudice nella consulenza collegiale che stabilirà se il gasdotto Tap – Snam sia soggetto alla direttiva Seveso, sui rischi di incidenti rilevanti per l’ambiente.

Nessuna revoca per il Fabrizio Bezzo, il docente dell’Università di Padova, nominato dal giudice nella consulenza collegiale che stabilirà se il gasdotto Tap – Snam sia soggetto alla direttiva Seveso, sui rischi di incidenti rilevanti per l’ambiente.

Il professore resterà, quindi, nel pool di esperti che dovrà indicare se l’impianto superi o meno la soglia delle 50 tonnellate di portata di gas, potenzialmente presente nel terminale di ricezione e se sua classificabile come stabilimento complesso, nella piana di zona Masseria del Capitano a Melendugno.

Il problema della vicinanza professionale e anche personale al professore consulente Tap Giuseppe Maschio, era stata sollevata dal Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, ma l’istanza a firma del procuratore capo di Lecce Leonardo De Castris per revocare la nomina di Bezzo è stata respinta dal Gip Cinzia Vergine.

La mancata revoca al momento mantiene inalterata la tabella di consegna della consulenza, prevista entro il 28 novembre. Le proroghe, sono state accordate a Bezzo, per i problemi di complessità della perizia dal punto di vista normativo e tecnico. Nonché a reperire le informazioni necessarie a tirare le conclusioni.

Tra le risposte anche il frazionamento dell’impianto Tap – Snam che non è chiaro se debbano essere considerati un’unica opera. Questo ha dato vita all’ipotesi di truffa e nel registro degli indagati risultano iscritti Gilberto Dialuce, direttore generale per la Sicurezza, l’Approvvigionamento e le Infrastrutture energetiche del Ministero dello Sviluppo economico, Clara Risso, legale rappresentante di Tap, e Michele Elia, country manager Tap.

Al momento, il cantiere di San Basilio è bloccato, invece, da un’ordinanza del sindaco Marco Potì e quello di località le Paesane dal sequestro della Procura.

In mare proseguono invece i lavori di posizionamento del palancolato sottomarino, di fronte alla costa di San Foca. Gli attivisti, intanto, continuano a sorvegliare la zona.

PUGLIA – Canale 14
BASILICATA – Canale 13

Segui il tg in diretta da casa alle ore
14.30 – 19.30 – 22.30

Altre Notizie - MELENDUGNO