Atti di bullismo subiti negli anni, poi la rivalsa, la rinascita e i tanti sogni realizzati come quello di duettare con l’idolo J-Ax sul palco di “Tu sì que vales”. È la storia di Marco Baruffaldi,  rapper 22enne modenese con sindrome di down. La sua testimonianza è stata portata al centro dell’incontro “Uniti si vince” , organizzato dalla docente Angela Doronzo, a Barletta, presso il Liceo Scientifico Cafiero. Con il fine di dire basta al bullismo e ad ogni forma di maltrattamento.

Ed è stato proprio il ragazzo a raccontare la sua storia e a lanciare un messaggio  importante ai tanti giovani studenti presenti.

L’incontro per dire basta al bullismo è stato pensato per sensibilizzare, tutti sulla delicata tematica. Ed è per questo che è stata portata in scena una esibizione in lingua dei segni, proprio per abbattere ogni barriera, nel segno dell’inclusione e della piena accessibilità.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.