L’ostacolo non è di quelli propriamente agevoli,  sabato pomeriggio allo “Zaccheria” per la 25ma giornata del campionato di serie B arriverà il lanciatissimo Benevento. Il Foggia però non può fermarsi a fare calcoli, bisognerà tornare a vincere.

Sono ore calde in casa rossonera quelle che stanno scandendo la marcia di avvicinamento alla sfida contro i sanniti. Il pareggio subito all’ultimo resiro nella trasferta di Padova ha lasciato strascichi importanti nell’ambiente ed ora il Foggia è distante 4 lunghezze dalla salvezza diretta. Serve, una immediata inversione di marcia già a partire dall’incrocio contro un Benevento in forma smagliante, reduce da 3 successi consecutivi e con un solo punto di ritardo dal secondo posto che varrebbe la serie A.

Ben altra è la situazione di classifica di un Foggia che in casa non vince ormai da 2 mesi e che è a secco di successi dall’ormai lontano 19 gennaio 2019, data della vittoria sul campo del Carpi. Da quel momento sono arrivati un k.o. e tre pareggi, ruolino di marcia non soddisfacente per Iemmello e compagni. Consapevole delle insidie di un match delicatissimo come quello contro i giallorossi si è mostrato in conferenza stampa proprio il centravanti rossonero, ex di turno e chiaro nel riconoscere il valore di un avversraio costruito per il salto di categoria. Nonostante la forza della squadra di Bucchi Iemmello ha mostrato fiducia, evidenziando i segnali di crescita del Foggia  nelle ultime uscite seppur con il rammarico per i pareggi subiti in rimonta con Pescara e Padova.

Per superare i giallorossi ed ottenere il successo scaccia crisi il tecnico rossonero Padalino dovrebbe affidarsi a Iemmello e Chiaretti con Galano e Mazzeo destinati alla panchina.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.