sedata

Una rissa sedata a fatica dalle forze dell’orine nella zona del porto, l’ira del sindaco Amedeo Bottaro e la possibile chiusura del locale nei pressi del quale un gruppo di andriesi ed uno di tranesi hanno scatenato una violenza con alla base molto probabilmente futili motivi. E’ stata una domenica sera movimentata quella della zona del porto a Trani.

Quanto accaduto arriva al termine di una giornata caratterizzata da stringenti controlli finalizzati a garantire il rispetto delle norme anti-assembramento ed ha scatenato la rabbia del primo cittadino il quale ha espresso il suo disappunto con un post pubblicato in tarda serata sul  proprio profilo facebook. “La voglia di tornare ad incontrarsi è comprensibile – ha affermato Bottaro – ma i comportamenti irresponsabili (specie se reiterati) non possiamo permetterceli né possiamo tollerarli”.

Nella suo sfogo Bottaro ha evidenziato la volontà di non sparare nel mucchio elogiando gli esercenti rispettosi delle regole ma allo stesso tempo ha puntato il dito contro i trasgressori. “Già nel pre-serata – ha concluso il sindaco – erano scattati i primi verbali.

Quanto accaduto nella zona della chiesa del Carmine  è la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Oltre alle sanzioni già comminate, adotteremo nelle prossime ore ulteriori provvedimenti”. Per il locale nei pressi del quale si è consumata la rissa si prospetta oltre alla sanzione  pecuniaria anche una lunga chiusura. 

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.