LECCE. Si chiama Ilary, pesa 3,5 kg e gode di ottima salute la bimba nata allo scoccare della mezzanotte scorsa all’ospedale “Cardinale Panìco” di Tricase, in provincia di Lecce. Il suo è uno dei primi vagiti del 2021, come testimonia l’orario sul tracciato del battito cardiaco nell’istante in cui la piccola è venuta alla luce. Ilary è la terzogenita di Vincenzo Urso e Maria Grazia Furio, una coppia di Gallipoli, lui armatore del peschereccio “Vincenzo Schiatta” e titolare di un ristorante nel centro storico della sia città, lei commessa in una tabaccheria. “Sono emozionata, anche se nel momento del parto non ho guardato l’orologio per capire se la bimba fosse nata nel 2020 o nel 2021 e ora spero che questa nascita sia di buon auspicio per tutti, per un anno migliore di quello che ci siamo lasciati alle spalle”, ha auspicato mamma Maria Grazia. Nel reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale di Tricase è festa: gli operatori sanitari hanno tutti il sorriso sulle labbra per il piccolo primato del quale sono stati testimoni. La ginecologa di turno Simona Alcaino spiega: “Affidiamo a questa nascita un valore simbolico, perché arrivata proprio a mezzanotte, né un secondo prima, né un secondo dopo, quindi, la immaginiamo come un buon segno perché traccia il confine temporale tra il funesto 2020 e il 2021, l’anno della speranza in quanto ci prepariamo alla vaccinazione contro il Covid”.

BARI. Si chiama Francesco il primo nato della provincia di Bari. Il piccolo è venuto alla luce all’1.02, un’ora dopo la mezzanotte, nell’ospedale “Di Venere” di Carbonara (Ba). La prima bimba, invece, si chiama Marcella e al momento della nascita, alle 2.04 al Policlinico di Bari, pesava 2,6 kg. Mamma Dajana, di origini turche, ma nata e residente a Bari, sta bene.

FOGGIA. Loris è il primo nato a Foggia nel 2021. Loris è nato nel reparto di Ostetricia e Ginecologia ospedaliera del Policlinico Riuniti di Foggia venti minuti dopo la mezzanotte. La mamma Giovanna, di 37 anni, il papà Antonio hanno un altro figlio, Giovanni. Il neonato e la mamma sono in ottime condizioni.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.