Rasenta il grottesco, ormai, la situazione in casa Bisceglie. Al momento, tutte le trattative per il cambio di proprietà risultano fallite, compresa quella col broker assicurativo Francesco Rossiello, ancora in piedi negli ultimi giorni. Salvo ulteriori colpi di scena in extremis, patron Nicola Canonico sembra dunque destinato a conservare la propria leadership, ma adesso è davvero un uomo solo al comando.

Solo, sì, perché nessuno, a quanto pare, vuole più saperne di dialogare con lui. Non certo i suoi vecchi soci, che si sono defilati in seguito all’infruttuosa ricerca di imprenditori disposti a rilevare il club. Non i giocatori, che alla spicciolata stanno levando le tende per cercarsi un’altra sistemazione. E tantomeno gli ultras, talmente esasperati da decidere di non seguire la squadra né tra le mura amiche né in trasferta.

Già, ma quale squadra? Domanda legittima, alla luce di un mercato che chiude i battenti stasera alle 20 e del deprimente esordio in Coppa Italia contro il Matera, affrontato domenica scorsa con l’organico ridotto all’osso, oltre che in palese ritardo di condizione. Stando a quanto dichiarato dallo stesso presidente, si dovrebbe andare avanti coi giovani, ai quali sarà forse affiancato qualche svincolato di esperienza.

Con simili premesse, però, il Bisceglie rischia di recitare da semplice comparsa nel prossimo campionato di serie C. Anche per questo la tifoseria organizzata ha detto basta, annunciando l’intenzione di disertare tutte le gare ufficiali e invitando il resto della piazza a fare altrettanto. Appare concreta, dunque, la prospettiva di un “Gustavo Ventura” senza pubblico o quasi per l’intera stagione, nonostante i lavori di adeguamento dell’impianto promessi dall’amministrazione comunale.

Intanto, il secondo impegno di Coppa è slittato a mercoledì 5 settembre, quando il Bisceglie farà visita al Potenza dell’ex Nicola Ragno, uno che prese le distanze da Canonico nel giugno 2017, subito dopo aver riportato i nerazzuri tra i professionisti. Che il tecnico molfettese avesse già capito tutto in tempi non sospetti?

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.