Sarà pre tattica o sano realismo, fatto sta che da qualunque parte la si voglia guardare, Foggia – Palermo una gara difficile.

Lo è per i rossoneri, che scelgono attraverso il difensore Luca Martinelli, di definire tosta la sfida di domani sera allo Zaccheria, ma anche per i siciliani, tra i quali è il tecnico Tedino a tenere alta la guardia nella conferenza stampa pre partita: “Quella contro il Foggia sarà una partita difficilissima”, sostiene l’allenatore dei rosanero. In attesa di scoprire chi avrà avuto ragione o bluffato, resta la certezza, sottolineata da Martinelli, che di fatto domani sera comincia il vero campionato, dopo le prime due giornata a cavallo tra agosto e inizio settembre, subito interrotte dalla sosta.

Quelle due prime gare, però, al Foggia sono servite per recuperare parte delle penalizzazione iniziale di otto punti (grazie al successo sul Carpi) e di prendere coscienza su cosa bisognerà intervenire dopo la scoppola a Crotone. La grande voglia di riscatto, manifestata da Martinelli, è stata comunque tenuta in caldo, poi in maniera esplicita il difensore rossonero non gira attorno all’obiettivo: quella contro il Palermo sarà anche una gara tosta, ma bisogna fare punti ed è l’unica cosa che conta. Per Grassadonia le buone notizie arrivano dal recupero di Zambelli, Deli e Mazzeo, mentre devono rimandare il loro esordio in rossonero Iemmello e Galano.

Per evitare imbarcate come quella di Crotone il tecnico del Foggia potrebbe optare per una difesa a tre e un centrocampo più rinforzato, nel quale Zambelli e Kragl si muoveranno sugli esterni. In attacco a sostenere l’unica punta Mazzeo ci potrebbe essere Chiaretti, un altro che in settimana ha manifestato a parole la voglia di riscatto del Foggia. Adesso c’è solo da concretizzare quella promessa.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.