Foggia e Lecce con il passo da play off: non un’eresia in questa prima parte del campionato di serie B, ma una realtà confortata dai numeri. Quelli della formazione salentina sono reali: dodici punti conquistati, uno in meno del Verona grandi firme, avversario sconfitto a domicilio nell’anticipi di venerdì scorso. Mancosu è una certezza, La Mantia si sta confermando un acquisito di rilievo per l’attacco come anche il giovane Palombi, a secco da due gare ma comunque autore di altrettante doppiette contro Padova e Livorno. I giallorossi sono in serie positiva da quattro giornate nelle quali hanno conquistato tre vittorie, quelle con le quali si sono issati al terzo posto in classifica. Tre vittorie consecutive le ha messe insieme anche il Foggia (l’ultima sabato scorso contro l’Ascoli, anche se sporcata dalle due reti al passivo). I rossoneri sarebbero in zona play off se non fosse per quella penalizzazione inziale di otto punti: zavorra che la squadra di Grassadonia si è scrollata di dosso dopo le prime quattro giornate (nelle quali ha subito tre sconfitte), trovando nove punti in sequenza con i successi su Padova, Benevento e Ascoli. Adesso il Foggia non solo ha lasciato l’ultimo posto in classifica ma comincia a guardare alla zona play off da agganciare: perché se virtualmente i rossoneri occupano la terza posizione in graduatoria, realisticamente sono costretti a recuperare terreno rispetto al treno delle prime. Missione tutt’altro che impossibile per un gruppo costruito per guardare ben oltre la salvezza tranquilla.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.