Infiltrazioni mafiose, nominate commissioni d'indagine - TELEREGIONE
Connetti con il social

FOGGIA

Infiltrazioni mafiose, nominate commissioni d’indagine

Nominate dal Prefetto di Foggia Massimo Mariani, due commissioni d’indagine, su delega del Ministro dell’Interno Salvini, che stanno accedendo nei Comuni di Cerignola e Manfredonia allo scopo di «verificare la sussistenza di forme di condizionamento mafiose». Tre mesi per sapere tutta la verità. Tre mesi di approfondimenti. Tre mesi per scoprire se l’esito sarà positivo o negativo.

Nominate dal Prefetto di Foggia Massimo Mariani, due commissioni d’indagine, su delega del Ministro dell’Interno Salvini, che stanno accedendo nei Comuni di Cerignola e Manfredonia allo scopo di «verificare la sussistenza di forme di condizionamento mafiose». Tre mesi per sapere tutta la verità. Tre mesi di approfondimenti. Tre mesi per scoprire se l’esito sarà positivo o negativo.

«Sono sereno» ha detto il Sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi, che ha poi aggiunto: «Hanno chiesto una serie di atti amministrativi dal 2010 ad oggi. Stamattina siamo stati informati della nomina della commissione. Evidentemente da alcuni accertamenti interni sono sorte delle perplessità che, spero, vengano smentite dagli atti amministrativi».

Per Cerignola invece l’indiscrezione era circolata già nell’estate del 2017 sulle pagine del Corriere della Sera. Nella giornata di oggi anche nel centro del Basso Tavoliere si è insediata la commissione d’indagine, confermando la voce circolata.

«Siamo lietissimi che ci siano queste verifiche – il Sindaco di Cerignola ha detto Franco Metta -. Daremo ai componenti della commissione massima collaborazione perché sono certo che alla fine di questo approfondimento sarà consacrata l’assoluta correttezza di questa amministrazione. Si è trattato di un accesso agli atti che ci lascia sereni».

Un fatto, quello accaduto stamane, che arriva dopo 48 ore dalle dimissioni dell’Assessore all’Urbanistica e lavori pubblici Tommaso Bufano.

Questa mattina le commissioni, accompagnate dalle Forze dell’Ordine nelle sedi dei due comuni, hanno richiesto gli atti che saranno loro consegnati entro una settimana. E’ questa la fase inziale d’indagine sull’operato dell’amministrazione locale, che andrà a valutare la consistenza degli elementi sui quali fondare la proposta di scioglimento, rappresentati dai possibili vizi e anomalie dell’azione amministrativa dell’ente.

In buona sostanza, se dovessero essere accertati fatti non regolari e dovesse esserci il provvedimento di scioglimento, nei comuni arriverebbe un Commissario Prefettizio.

PUGLIA – Canale 14
BASILICATA – Canale 13

Segui il tg in diretta da casa alle ore
14.30 – 19.30 – 22.30

Altre Notizie - FOGGIA