Connetti con il social

BARLETTA

Al “Casardi” la “Notte del Liceo classico”

Promuovere il valore della cultura umanistca come chiave di accesso a tutti i saperi, base per una formazione globale utile per affermarsi in qualsiasi ambito professionale. La notte del liceo classico, da cinque anni a questa parte rappresenta un po’ quella dell’orgoglio per un’ istituzione scolastica spesso messa in discussione ma sempre valida.

Promuovere il valore della cultura umanistca come chiave di accesso a tutti i saperi, base per una formazione globale utile per affermarsi in qualsiasi ambito professionale. La notte del liceo classico, da cinque anni a questa parte rappresenta un po’ quella dell’orgoglio per un’ istituzione scolastica spesso messa in discussione ma sempre valida.

Anche il “Casardi” di Barletta ha aderito alla kermesse nazionale che ha coinvolto ben 433 licei classici in tutto lo stivale. Laboratori ispirati a temi classici ma anche scientifici hanno animato la notte dell’istituto barlettano in un appuntamento all’insegna della multidisciplinarità

Coniugare passato e modernità è la missione del nuovo Liceo Classico ispirato dal passato per vivere al meglio il presente ed il futuro

Tra passato, presente e futuro il filo della serata è stato condotto da vecchi e nuovi studenti. Nella testimonianza delle dottoressa Simona Carpagnano l’utilità del bagaglio classico per una formazione prettamente scientifica, in quella di Antonella Paparella alunna del quinto anno del “Casardi”, quella di una studentessa consapevole dell’utilità della formazione acquisita per entrare nel mondo del lavoro

Il perchè sia utile iscriversi al liceo classico è riassunto nelle parole del dirigente scoalstico del Liceo Casardi di Barletta Giuseppe Lagrasta.

Altre Notizie - BARLETTA