Prima la rapina commessa all’interno della Galleria “Auchan” di Casamassima. Poi le estorsioni (chiedeva infatti anche soldi in contanti per restituire, alle vittime, le auto precedentemente rubate). Eseguita quindi una misura cautelare in carcere nei confronti di un 51enne di Cassano delle Murge dai carabinieri della compagnia di Gioia del Colle. L’uomo che era già ai domiciliari, è ora in manette a causa della definita pericolosità sociale.

Il provvedimento emesso al termine di indagini complesse, nel corso delle quali sono state passate in rassegna e sono emerse le condotte illecite del 51enne.

Nello specifico, l’arrestato sembra essere l’autore della rapina messa a segno nel dicembre del 2016, all’interno della galleria “Auchan” di Casamassima. In quell’occasione, il malvivente armato di pistola e martello, dopo aver raggiunto uno degli ingressi del Centro Commerciale, immobilizzò un vigilante e la commessa di una gioielleria, impossessandosi di monili in oro per un valore complessivo di 37mila euro.

Ma non solo. Tra ottobre e dicembre del 2017 l’uomo, insieme ad un complice, avrebbe anche avanzato richieste estorsive alle vittime di furti d’auto. Promettendo loro in cambio di denaro in contante, la restituzione dei mezzi rubati.

Un secondo simile tentativo di ricatto per mano del malvivente, non riuscì poi grazie all’intervento dei militari della Stazione di Casamassima e della Compagnia di Gioia del Colle. Per questo ora, grazie agli elementi di prova acquisiti, il 51enne è stato tratto in arresto per i gravi indizi di colpevolezza e per la citata pericolosità sociale.

Il servizio di TrNews.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.