Numeri in crescita nell’anno del donatore di sangue - TELEREGIONE
Connetti con il social

ANDRIA

Numeri in crescita nell’anno del donatore di sangue

C’è un dato che, nel 2019, ha fatto inorgoglire i vertici provinciale dell’Avis Bat: le donazioni di sangue sono tornate a salire, dopo un periodo di stallo registrato nel 2017 e nel 2018, grazie al gran lavoro di sensibilizzazione delle sedi comunali.

C’è un dato che, nel 2019, ha fatto inorgoglire i vertici provinciale dell’Avis Bat: le donazioni di sangue sono tornate a salire, dopo un periodo di stallo registrato nel 2017 e nel 2018, grazie al gran lavoro di sensibilizzazione delle sedi comunali.

Tra le quali quella di Andria, dove è stata celebrata l’assemblea annuale, che ha fatto registrare una raccolta di 3825 sacche di sangue, dato anche questo in lieve crescita rispetto all’anno precedente. Insomma le migliori condizioni per approcciarsi al 2020 che per i donatori di sangue è un anno speciale: infatti il prossimo 14 giugno si celebrerà la giornata mondiale del donatore e sarà l’Italia ad ospitarla.

Per questo, nel corso dell’assemblea andriese, il segretario nazionale dell’Avis, Ruggiero Fiore, ha messo l’accento sull’importanza del donatore volontario.

Un platea di un milione e trecentomila persone e tra queste decine di migliaia di pugliesi. Anche se nella nostra regione c’è bisogno, sottolinea Fiorem, di modernizzare il sistema sanitario.

La soddisfazione di numeri in crescita, non la nasconde il presidente Avis della provincia Bat, Vincenzo De Pietro, mentre a ricordare come la sensibilizzazione faccia tappa soprattutto nelle scuole è la presidente della sezione andriese dell’Svisa, Maria Grazia Iannuzzi.

TrNEWS

PUGLIA – Canale 14
BASILICATA – Canale 13

Segui il tg in diretta da casa alle ore
14.30 – 19.30 – 22.30

Altre Notizie - ANDRIA