violenza

Violenza e spregiudicatezza per imporre il pagamento delle partite di droga, spesso cedute anche a minori.

È con una lunga attività di indagine, partita ad ottobre 2018 e terminata a giugno 2019 a seguito dell’esplosione di un ordigno, che i Carabinieri della Compagnia di Vico del Gargano, supportati da forze speciali dei Cacciatori, Cinofili e coordinati dalla Procura di Foggia, hanno arrestato 9 persone di Cagnano: 7 sono state poste ai domiciliari, le altre 2 con obbligo di firma. Questi detenevano e spacciavano considerevoli quantitativi di droga tra marijuana, hashish e cocaina: solo durante l’attività di indagine ne sono stati recuperati quasi 2 kilogrammi.

L’attività di fornitori era svolta dai fratelli Tarantino Sebastiano Pio e Michele Giuseppe che svolgevano anche violente attività estorsive nei confronti degli acquirenti che non pagavano in maniera tempestiva lo stupefacente: con minacce di morte attraverso l’uso di armi, con il furto di un cellulare o rivolgendosi al padre di uno dei debitori.

L’intervento dei Carabinieri di Vico del Gargano ha consentito anche di sventare un pericoloso furto al postamat di Ischitella.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.