distanze

L’accordo c’è, le distanze sono state anche riavvicinate: Comune di Bitonto e società di calcio, appena promossa in serie C, ritrovano l’unità d’intenti per i lavori di adeguamento dello stadio “Città degli Ulivi”, passaggio necessario per affrontare il prossimo campionato di serie C senza dover emigrare in un altro impianto (era stata ventilata anche l’ipotesi dello stadio Degli Ulivi di Andria).

La riunione tenuta questa mattina, a Palazzo di Città, tra il sindaco Michele Abbaticchio, l’assessore al Bilancio e allo sport Domenico Nacci e il presidente del Bitonto calcio, Francesco Rossiello, ha prodotto il risultato più atteso: il Comune si indebiterà per 500mila euro, attraverso un finanziamento con il Credito Sportivo, cifra necessaria per realizzare i lavori di adeguamento necessari allo stadio (impianti elettrici per potenziare l’illuminazione dello stadio, nuovi spogliatoi, sala doping e servizi igienici per il pubblico).

Adeguamento minimo sufficiente per rispondere ai parametri richiesti dalla nuova categoria e cifra che consentirà di procedere in maniera snella all’individuazione della ditta che dovrà effettuare i lavori. Ne saranno invitate quindici anche se non prima della fine del mese di luglio perché un altro passaggio al quale il Comune dovrà ottemperare è quello dell’approvazione del bilancio.

Calendario alla mano, tra procedura di individuazione dell’impresa e avvio dei lavori si dovrebbe attendere la fine del mese di agosto, con la prossima stagione calcistica (emergenza coronavirus permettendo) alle porte. Resta da capire (e per questo si aspettano le indicazioni della Lega Pro) se sarà possibile a cantiere aperto ottenere una deroga per disputare le prime gare del campionato in casa.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.