È stato ucciso appena uscito di casa e stava per recarsi a lavoro, alle 7 di questa mattina. Non ha avuto scampo il 49enne Cataldo Cirullli, ucciso in via Urbe nel quartiere popolare Torricelli di Cerignola. L’uomo, un pregiudicato del posto, è stato raggiunto da alcuni colpi d’arma da fuoco al torace e alla schiena mentre saliva in sella al suo scooter per andare a lavoro, in campagna.

I killer, probabilmente, hanno atteso che uscisse dalla sua abitazione per entrare in azione: il 49enne sarebbe stato, infatti, sorpreso e affiancato da una o più persone che gli hanno sparato da una breve distanza con un’arma di grosso calibro. Sono almeno undici i bossoli ritrovati sull’asfalto dalla scientifica. Per l’uomo non c’è stato niente da fare. I carabinieri stanno indagando nella vita privata di Cirulli – noto per reati come rapine, furti e ricettazione – e stanno visionando i filmati delle telecamere di sorveglianza della zona per scoprire l’esatta dinamica della vicenda. Questo è il secondo agguato che avviene in poco più di un mese a Cerignola. Il primo si è verificato il 6 giugno scorso, a poche decine di metri dal commissariato di Polizia, ai danni di un altro uomo, Maurizio Riccardi, che è rimasto illeso, proprio perché trovò riparo nel presidio di Pubblica Sicurezza. Dai primi accertamenti non si evidenziano legami tra i due episodi.

 

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.