Blitz della polizia a foggia

Personale della  squadra mobile, sezione criminalità organizzata nell’ambito di un’operazione di contrasto al racket delle estorsioni, fenomeno mai arginatosi in città, ha tratto in arresto in flagranza di reato due pregiudicati del luogo.

Si tratta di bruno saverio, 22anni  e valerio antonio  32 anni, che dovranno rispondere di tentata estorsione nei confronti di esercenti commerciali e piccoli imprenditori

L’operazione è nata in seguito a segnalazioni anonime che avvisavano della presenza di alcuni giovani in zona villaggio degli artigiani i quali in più occasioni avvicinavano i commercianti del luogo per avanzare richieste estorsive

Tra loro anche colui il quale ha poi sporto regolare denuncia riferendo agli investigatori che qualche giorni prima due giovani che non conosceva si erano recati presso il suo negozio chiedendo di parlare con il titolare che  in quel momento era assente.

Nella serata di imartedì 15 gennaio dunque valerio antonio, e bruno saverio, quest’ultimo tra l’altro, nipote di gianfranco bruno esponente di primissimo piano della criminalità organizzata foggiana, appartenente al clan capeggiato da rocco moretti, si sono effettivamente ripresentanti chiedendo con tono intimidatorio, la somma di 5 mila euro

Rchiesta subito captata dagli investigatori che sono usciti allo scoperto arrestando i due

Dopo le formalità di rito , su disposizione del p.m. di turno della procura della repubblica di foggia dott. roberto galli, sono state condotti presso la locale casa circondariale

I particolari dell’operazione sono stati resi noti in  conferenza stampa questa mattina in questura.

Di Redazione Teleregione

Per scrivere alla redazione di Teleregione inviate mail all'indirizzo redazione@teleregionecolor.com oppure chiamate 0883 52 00 00.